5 BUONI MOTIVI PER VISITARE LA SARDEGNA A MARZO

5 BUONI MOTIVI PER VISITARE LA SARDEGNA A MARZO

Icon 25 Febbraio 2018

La Sardegna è conosciuta in tutto il mondo per i suoi paesaggi, soprattutto per il mare e per le splendide spiagge.

Durante l’estate è una delle mete più ambite dai turisti e attira ogni anno milioni di visitatori da tutto il mondo.

Molti turisti decidono di visitarla nei mesi più freddi, quando le temperature sono troppo basse per andare al mare e ci si può concentrare su altri aspetti che rendono la nostra isola meravigliosa.

 

L'antica civiltà di Tharros, uno dei buoni motivi per visitare la Sardegna a marzo

 

Chi ha detto che la Sardegna è perfetta solo per una vacanza estiva?

Prenota ora il tuo viaggio se vuoi visitare questa splendida isola in modo alternativo!

Noi di Sardheart abbiamo stilato una lista dei 5 buoni motivi per visitare la Sardegna a marzo. Fateci sapere nei commenti cosa ne pensate e raccontateci le vostre esperienze.

 

1. FUGGIRE DAL FREDDO

Sebbene le temperature non consentano di farsi il bagno al mare, il clima sardo è particolarmente mite e consente di godere di ottime giornate soleggiate già dai mesi di gennaio e febbraio.

A marzo le giornate sono più lunghe e luminose e consentono di esplorare le meraviglie dell’isola accompagnati da un clima sereno e piacevole. Se vivete in città fredde può essere un’ottima occasione per scappare dalle basse temperature.

 

Cagliari, capoluogo sardo da non perdere se vuoi visitare la Sardegna a marzo

 

2. APPROFITTARE DEI PREZZI DI BASSA STAGIONE

Durante la bassa stagione, si sa, i costi di viaggio sono notevolmente più bassi ed è possibile organizzare una vacanza da sogno senza spendere una fortuna.

Un ulteriore punto a favore è sicuramente quello di evitare il sovraffollamento di turisti, al quale si andrebbe invece incontro nei mesi estivi.

Controlla il prezzo attuale per soggiornare in Sardegna!

 

Raggiungere la Sardegna a prezzi bassissimi è possibile se decidi di visitare la Sardegna a marzo

 

3. ADDENTRARSI NELLA CULTURA SARDA

Se durante l’estate la Sardegna è associata a spiagge paradisiache e aria di relax, visitare l’isola a marzo significa scoprire a fondo ciò che ha davvero da offrire.

La Sardegna è una regione ricca di diversità naturali e culturali e non lascia spazio alla noia. Dall’epoca nuragica ai giorni nostri, la nostra regione è un patrimonio culturale di usi e tradizioni senza tempo.

Le attività che si possono svolgere sono molto numerose: tra le tante possiamo suggerirvi di visitare Su Nuraxi, il complesso nuragico di Barumini, perdersi tra le vie strette dei piccoli borghi caratteristici, ammirare i resti della città sommersa di Tharros, scoprire i caratteristici paesini conosciuti per i loro murales, fare un’escursione nella Giara di Gesturi, andare alla ricerca delle varie Domus de Janas presenti in giro per l’isola.

In molti paesi sardi, inoltre, si celebra con emozionanti riti e tradizioni la Settimana Santa: in particolare sono molto conosciute le celebrazioni di Alghero, Santu Lussurgiu, Orosei, Iglesias e Cagliari.

 

Visitare la Sardegna a marzo: Su Nuraxi di Barumini è imperdibile

 

4. PRATICARE ATTIVITÀ SPORTIVE

I paesaggi sardi offrono la possibilità di praticare numerosi sport, non solo quelli tipicamente estivi.

La Sardegna è particolarmente conosciuta dagli amanti degli sport acquatici. È una meta molto ambita dagli appassionati delle onde, grazie al maestrale e alle frequenti mareggiate che consentono di avere almeno 200 giorni di onde da surf all’anno. Inoltre si possono praticare attività come canoa, snorkeling o vela.

Ma il divertimento non è solo per chi ama il mare! La particolarità del territorio offre esperienze memorabili a chiunque: ciclismo, trekking, equitazione, arrampicate sono solo alcune delle innumerevoli attività sportive che si possono praticare lungo tutta l’isola.

 

La Sardegna è una delle mete più ambite dagli amanti del surf: uno dei motivi per visitare la Sardegna a marzo

 

5. MANGIARE BENE

La Sardegna vanta una cultura e tradizione culinaria di tutto rispetto e la sua cucina merita un posto d’onore tra le prelibatezze della cucina italiana.

La cucina sarda, ricca e molto varia, si può assaporare in tutta l’isola e ogni area presenta i suoi piatti tipici che la caratterizzano.

Tra le specialità assolutamente da assaggiare spiccano le più popolari, come il Pane Carasau, i Malloreddus, la bottarga, il porchetto (più conosciuto come porceddu), il formaggio pecorino e le Seadas.

Avete già provato qualcuna di queste delizie?

 

Visitare la Sardegna a marzo per la cucina sarda: tipici Malloreddus, assolutamente da provare

 

 

E voi siete mai stati in Sardegna in primavera?

Quali sono le attività che consigliereste di svolgere durante il mese di marzo?

Scrivetecelo nei commenti qui sotto!

 

#CUORESARDO

 

 

Lascia un commento

Fai presto

Le offerte che abbiamo trovato possono aumentare in fretta!

Chatta con Sardbot per non perderti le offerte